Tag

, , , , , , , , , , ,

Ciao ragazze 🙂

Oggi usciamo per un attimo dal mondo nella nail art per inoltrarci in un altro fantastico mondo che non si discosta così tanto dal mio solito, infondo sempre di arte si tratta.

Fin da bambina ho sempre amato l’arte in tutte le sue sfumature: disegno, pittura, fotografia, e per ultimi make up e nail art.

Non sono bravissima a disegnare a mano libera senza avere un soggetto da copiare, ma quando si tratta di copiare un soggetto su un libro o ripodurlo dal vivo il risultato è soddisfacente. In questo post voglio condividere con voi il mio disegno perchè ne sono rimasta molto soddisfatta e per la prima volta in vita mia ho utilizzato la gomma pane e ne ho scoperto l’ utilità (prima per me la gomma pane era solo un insignificante pezzo di pongo che tutto faceva tranne cancellare :)), e devo dire che mi si è aperto un mondo davanti con la sua capacità di ricreare luci e ombre rendendo il disegno quanto più possibile tridimensionale.

Grazie a questo disegno ho capito anche quali sono le matite più adatte per disegnare. Tutte queste scoperte grazie alla mia vicina di banco (grazie!! anche se so che non leggerai mai questo post 🙂 ma un grazie sotto Natale ci sta!!).

Ma torniamo a noi, per un compito scolastico dovevo riprodurre un disegno a mano libera copiando un opera a nostra scelta. Io ho scelto il “Ritratto di un patrizio romano” che vi mostro nell’ immagine qua sotto.

images

Trovo quest’ immagine bellissima e significativa. Qui c’è la bellezza della vita vissuta, la saggezza, il ritratto di una persona umile che porta sul suo volto i segni del tempo. Per una volta non c’è la perfezione a cui questo mondo ci costringe, ma viene rappresentata la bellezza della semplicità  con tutti i difetti che ne comporta e che noi tanto odiamo e critichiamo. Ma sono proprio i difetti (e i pregi) a renderci speciali ed unici.

Ok, ora basta blatere, vi mostro il disegno.

arte

Che ne dite?

Ho ingrandito quest’ immagine utilizzando il metodo della squadrettatura ( non so se abbia un nome preciso).

In pratica si deve dividere a quadretti della grandezza più adatta l’immagine da cui volete partire e disegnare sul foglio tanti quadretti quanti c’è ne sono nell’ immagine di partenza e disegnando per ogni quadretto sul foglio il corrispondete quadretto dell’ immagine. Spero abbiate capito qualcosa!!

Per  le parti più chiare ho utilizzato una matita 2b per quelle più scure una 6b e ho sfumato con le dita.

E per fare i punti luce ho utilizzato una gomma pane.

Scrivetemi cosa ne pensate, e se avete consigli sono ben accetti 🙂

Magari mi cimenterò ancora in questo tipi di disegno. E voi??Anche amate l’arte: cosa in particolare??

Se vi va fatemelo sapere nei commenti qui sotto.

                                                                                                                       Alla prossima. Un bacio. Alessia 🙂

Annunci